Il Consiglio di Amministrazione sotto la Presidenza di Luigi Luzzati approva i risultati al 31 dicembre 2017

//Il Consiglio di Amministrazione sotto la Presidenza di Luigi Luzzati approva i risultati al 31 dicembre 2017

CENTRALE DEL LATTE D’ITALIA S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione sotto la Presidenza di Luigi Luzzati approva i risultati al 31 dicembre 2017.

  • Esercizio 2017: anno di crescita e di recupero delle marginalità e della redditività anche se non confrontabile con il 2016 per effetto dell’operazione di aggregazione con la Centrale del Latte della Toscana
  • Ricavi netti consolidati pari a 183,4 milioni di Euro (vs i 117,7 mln di Euro al 31/12/2016)
  • Margine operativo lordo (EBITDA) a 7,2 milioni di Euro (vs 2,9 mln di Euro al 31/12/2016)
  • Risultato operativo (EBIT) a 661 mila Euro (vs -1,6 mln Euro al 31/12/2016)
  • Risultato netto dopo le imposte negativo per 261 mila Euro non confrontabile con quello realizzato al 31/12/2016.

Istituita una Direzione Centrale per favorire una efficace e rapida implementazione delle decisioni strategiche da parte delle società del Gruppo.

Il Consiglio di Amministrazione della Centrale del Latte d’Italia S.p.A. (CLI) sotto la Presidenza Luigi Luzzati – società quotata dal 2001 al segmento STAR di Borsa Italiana oggi terzo player italiano del mercato del latte fresco e a lunga durata, con posizioni di leadership in Piemonte, Liguria, Toscana e Veneto – ha approvato oggi i risultati consolidati al 31 dicembre 2017 che verranno sottoposti all’Assemblea degli Azionisti il prossimo 26 aprile 2018.

Nell’esercizio 2017, il Gruppo CLI ha registrato significativi segnali di crescita, di consolidamento della nuova struttura del Gruppo con un recupero delle marginalità e della redditività gestionale.

Occorre premettere tuttavia che i conti economici consolidati dell’esercizio 2017 e dell’esercizio 2016 non sono confrontabili poiché l’esercizio chiuso al 31/12/2016 comprendeva il conto economico della controllata Centrale del Latte della Toscana S.p.A. solamente per il periodo 1 ottobre 2016 – 31 dicembre 2016.

I ricavi netti del Gruppo CLI al 31/12/2017 ammontano a 183,4 milioni di Euro rispetto ai 117,7 milioni di Euro al 31/12/2016, in aumento del 55,7%. Il risultato operativo lordo (EBITDA) al 31/12/2017 risulta pari a 7,2 milioni di Euro (3,9% sul valore della produzione) rispetto ai 2,9 milioni di Euro al 31/12/2016 (2,4% sul valore della produzione), mentre il risultato operativo netto (EBIT) al 31/12/2017 è positivo per 661 mila Euro rispetto al dato negativo di -1,6 milioni di Euro al 31/12/2016. Il risultato netto consolidato dopo le imposte dell’esercizio 2017 è negativo per 261 mila Euro e non è confrontabile con quello dell’esercizio 2016 (+12 milioni di Euro) caratterizzato dal risultato da business combination derivante dall’operazione di fusione.

Si rende noto inoltre che i risultati economici del Gruppo CLI al 31/12/2017 risentono di costi straordinari e non ripetibili al netto dei quali l’EBITDA sarebbe stato pari a 7,4 milioni di Euro e l’EBIT a 881 mila Euro.

La posizione finanziaria netta del Gruppo al 31 dicembre 2017 è negativa per 62,3 milioni di Euro in lieve peggioramento rispetto ai -60,2 milioni di Euro al 31/12/2016 a seguito di investimenti in corso negli stabilimenti produttivi del Gruppo.

Si segnala l’avvenuta positiva emissione di un prestito obbligazionario con scadenza 1 dicembre 2024 per complessivi 15 milioni di Euro.

I risultati della capogruppo Centrale del Latte d’Italia S.p.A.

Per quanto riguarda la capogruppo Centrale del Latte d’Italia S.p.A., la società, al 31 dicembre 2017 ha registrato ricavi netti pari a 79,1 milioni di Euro in aumento del 5,4% rispetto ai 75 milioni di Euro del 31 dicembre 2016, il margine operativo lordo (EBITDA) è stato pari a 2,7 milioni di Euro contro 1,6 milioni di Euro al 31/12/2016; il margine operativo netto (EBIT) è positivo per 581 mila Euro rispetto al dato negativo di 498 mila Euro al 31/12/2016. Il risultato netto dopo le imposte è positivo di 204 mila Euro e non è confrontabile con quello dell’esercizio 2016 a seguito del risultato da business combination.

La posizione finanziaria netta della capogruppo al 31 dicembre 2017 è negativa per 6,8 milioni di Euro in miglioramento rispetto ai –7,7 milioni di Euro del 31 dicembre 2016. Si segnala l’avvenuta positiva emissione di un prestito obbligazionario con scadenza 1 dicembre 2024 per complessivi 15 milioni di Euro.

Nomina dei Comitati e della Direzione Centrale

Nell’ambito della nuova organizzazione del Gruppo, il Consiglio di Amministrazione ha altresì istituito i seguenti Comitati: il Comitato Strategico, la Direzione Centrale, il Comitato Marketing & Sales, il Comitato Tecnico e il Comitato Amministrazione e Controllo di Gestione.

Il Comitato Strategico ha il compito di dare indicazioni sulle linee guide di sviluppo del Gruppo, sensibilizzare le associazioni e le strutture pubbliche sul mondo del latte, nonché stimolare l’operatività.

Ne fanno parte Luigi Luzzati (Presidente del Gruppo CLI), Riccardo Pozzoli (AD del Gruppo CLI), Lorenzo Marchionni (Presidente di Centrale del Latte della Toscana) e Marco Massaccesi (Direttore Generale di Centrale del Latte della Toscana).

La Direzione Centrale assume invece il ruolo strategico di analisi dell’andamento complessivo delle attività a livello di Gruppo favorendo il trasferimento alle diverse società delle decisioni strategiche ed operative assunte dal Comitato Strategico o dalla stessa Direzione Centrale affinché si ottenga una efficace e rapida implementazione.

La Direzione Centrale è composta da: Riccardo Pozzoli (AD del Gruppo CLI), Edoardo Pozzoli (Direttore Corporate di CLI), Marco Luzzati (Direttore Sales Marketing di CLI) e Marco Massaccesi (Direttore Generale di Centrale del Latte della Toscana).

Convocazione Assemblea degli Azionisti – 26 aprile 2018

Il Cda odierno ha convocato l’Assemblea degli Azionisti per il prossimo 26 aprile alle ore 11.00 presso la sede della Società in Via Filadelfia, 220 Torino.
Tra i punti all’ordine del giorno, oltre all’approvazione del bilancio, il CdA ha deliberato di proporre alla convocanda Assemblea la nomina del Collegio Sindacale venuto a scadenza con l’esercizio 2017 e una destinazione dell’utile di esercizio di 203.578 Euro come segue:

  • a riserva legale 10.179 Euro
  • a riserva straordinaria 193.399 Euro

Previsioni sull’evoluzione dell’attività

Con l’inizio del nuovo anno il Gruppo ha confermato il forte posizionamento di mercato con una crescita del fatturato del 3% nel mese di gennaio rispetto al dato riferito allo stesso periodo dell’anno precedente.
A livello previsionale il 2018 potrà essere considerato come un anno di ulteriore consolidamento grazie all’implementazione delle nuove strutture organizzative del Gruppo e all’ulteriore razionalizzazione dei costi di gestione.

Il Consiglio di Amministrazione, in data odierna, ha infine approvato la relazione annuale dell’Organismo di Vigilanza, la relazione annuale sulla Corporate Governance, la relazione sulla Remunerazione degli Amministratori e il nuovo Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Vittorio Vaudagnotti dichiara ai sensi del comma 2 dell’articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

Con 5 stabilimenti produttivi e circa 450 dipendenti, il Gruppo Centrale del Latte d’Italia produce e commercializza più di 120 prodotti che vanno dal latte e suoi derivati agli yogurt alle bevande vegetali e alle insalate di IV gamma che vengono distribuiti con i marchi TappoRosso, Mukki, Tigullio e Vicenza sui territori di riferimento attraverso oltre 16.000 punti vendita sia della grande distribuzione che del commercio tradizionale.

Contact: Barabino & Partners
Donata Astengo
e-mail: d.astengo@barabino.it
Tel. 010.272.50.48
Cell. 349.77.25.787

Scarica il comunicato
2018-07-10T14:59:46+00:00